Parlare in pubblico per molti rappresenta un compito davvero arduo. Si inizia magari parlando davanti ai propri compagni di classe alle elementari, fino poi a tenere un discorso ad un convegno. Ecco 2 immagini mentali utili per il public speaking.

 

public speaking
© Brisbane City Council (2012) – Gara di public speaking

Quando c’è da parlare in pubblico (public speaking) le emozioni in gioco possono essere molto forti, così come i loro effetti. Sudori freddi, batticuore, fiato corto, gambe molli etc. Se dobbiamo pensare ad una emozione specifica credo che venga a tutti in mente la paura.

Paura di sbagliare, di fare una figuraccia, di deludere, di bloccarsi o di non conquistare la platea.

Si parla di PSA (Public speaking anxiety).

L’effetto di immaginarsi negativamente (farsi dei bei film dei mille modi in cui potrebbe andare tutto storto) gioca un ruolo fondamentale nel dare il via e mantenere uno stato ansioso.



E tra l’altro questo effetto si riscontra anche per quelli più esperti; infatti anche i grandi “oratori” valutano meno efficace la loro performance e provano più ansia.

Come si può fare? Alcuni studi recenti suggeriscono che compiti visuo-spaziali possano diminuire la vividezza delle immagini negative con cui ci rappresentiamo in occasioni di Public Speaking.

(altro…)