Solo 2 minuti di Lettura

Iniziare un cambiamento personale non è una strada semplice. Quando dubbi, dilemmi ci interrogano o addirittura ci tormentano, il bisogno di dare risposte ai nostri interrogativi più personali e profondi diventa inderogabile. Ma siamo davvero sicuri di farci le domande giuste?

Un mare di domande

Mi convinco sempre più che nella vita non sia poi così importante e decisivo incontrare chi ha le risposte giuste alle nostre domande.

Una cosa che spesso cerchiamo e di cui sentiamo avere il bisogno per dare un senso a quello che ci accade, per trovare un modo di risolvere dilemmi e dubbi profondi.

No, quelle risposte danno un sollievo momentaneo, sono palliativi, ci acquietano per un po’ e il loro effetto svanisce presto.

Quello che conta è piuttosto incontrare chi ha le domande giuste per le nostre risposte.



Cosa voglio dire? Voglio dire che in fin dei conti noi siamo ciò che risponde e che quindi possiamo dare un vero senso alla nostra vita solo se le risposte sono autenticamente nostre, nulla più.

Sono le cosiddette domande potenti a fare la differenza e come sottolinea lo psicologo americano David Steele sono quelle domande che “aiutano ad entrare in contatto con la propria verità personale, la propria saggezza e direzione.”

Proviamo con 4 domande che possono dare il via ad un processo di cambiamento:

  1. Qual è il vostro obiettivo?

  2. Quanto è importante e perchè?

  3. Cosa potete fare per raggiungerlo?

  4. Come vi accorgerete che l’avrete raggiunto?

La prima domanda ci stimola a focalizzare l’attenzione sui nostri desideri e definire bene quale è la meta. Potete immaginare quanto sia importante e decisivo identificare il fine del nostro cambiamento.

La seconda domanda ci fa prendere coscienza del valore di quel particolare obbiettivo e induce ad esplorarne le motivazioni che potrebbero sostenere poi il cambiamento. Può avere un certo senso continuare a chiedersi “perchè?”; continuando a farlo potremmo scoprire cose interessanti su cosa c’è dietro alcuni desideri; magari può nascere un’occasione per rivederli o riformularli e tornare alla prima domanda.

La terza domanda ci spinge ad essere creativi e proattivi. Cosa posso “fare per”? In questa fase di pianificazione del cambiamento, tutte le possibili strategie e azioni sono ammesse. Come avere i pezzi di un puzzle sul tavolo in cerca di quello giusto.

Si possono mettere in campo tutte le nostre risorse personali o che può offrire il nostro ambiente. Provate a pensare a come possano aiutarvi a raggiungere ciò che ci siamo prefissato.

La quarta domanda ci proietta nel futuro. Immaginate come saranno le cose una volta che che il cambiamento sarà avvenuto. Cosa ci sarà di diverso rispetto ad ora, in cosa consisteranno queste differenze? Provate a “sentire” come vi sentirete in quel momento?

Qualsiasi sia il vostro obiettivo o progetto queste 4 domande possono essere l’inizio per pianificare un cambiamento.

Iniziamo?



Fonti: [1][2]

Qui sotto gli articoli più letti dai visitatori di questo blog. Dai un'occhiata anche tu!

Ecco come la musica può generare piccoli e grandi cambiamenti
Visto 100
La musica è un elemento importante nella vita di ognuno di noi. C'è chi l'ascolta, chi la compone, chi la suona e così via. Come abbiamo visto in un p...
Come capire se una storia d’amore durerà?
Visto 581
Le relazioni sono fondamentali per la nostra vita. Molti vivono storie d'amore serene altri complicate, altri ancora magari invece si interrogano se i...
Perché alcune coppie durano più di altre?
Visto 181
Dopo le prime fasi di innamoramento alcune coppie riescono a consolidare il rapporto altre invece no. Quindi una volta che la scintilla è scoccata e s...
4 Consigli per affrontare i Sensi di Colpa
Visto 109
Il cosiddetto senso di colpa è un'emozione complessa che tutti nella vita, chi più chi meno, abbiamo provato. Ecco qualche piccolo consiglio per front...

This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *